Fabrizio Ragazzi

Diplomato in Violino (Conservatorio di Firenze) e Viola (Conservatorio di Bologna), laureato in Viola, Violino e Musica da Camera (Conservatorio di Cuneo), diplomato in Quartetto con pianoforte (Scuola internazionale di musica di Firenze), si è perfezionato all’Accademia “W. Stauffer” di Cremona, al Conservatorio “Tchaikovsky” di Mosca, ai corsi di Ortonovo (SP), Camogli (GE) e S. Pellegrino Terme (BG), studiando con i Maestri G. Ballini, F. Merlini, B. Giuranna, F. Rossi, P. N. Masi, F. Zadra, I. Grac e I. Sterliscaia.

Intellettualmente poliedrico, si è dedicato a molti settori dell’ambito artistico musicale che lo hanno portato ad importanti esperienze come la lunga collaborazione col “Nuovo Quartetto Artis” e l’Ensemble “Hyperion”, quelle di concertatore–solista, oppure la ricerca nel campo etnico con la costituzione del gruppo “Tziganarion” e l’incisione di due CD.

Ha collaborato con diverse orchestre anche in qualità di Prima Viola e di solista: Orchestra Haydn di Bolzano, Teatro Bellini di Catania, Orchestra di Santa Cecilia, Orchestra Toscanini di Parma, Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra La Fenice di Venezia, Orquestre Philarmonique di Monte-Carlo,…

Non meno importanti sono le esperienze in campo didattico, anche quelle legate al Conservatorio e a livello universitario, come Professore di Viola presso l’“Academia National de Orquestra de Lisboa” (Portogallo). Nel marzo 2011 è stato invitato dal Centro Culturale “Planet of Festival” di San Pietroburgo (Russia) a partecipare al Festival

“Youth of the Planet” con i suoi migliori allievi che si sono esibiti presso la “Piccola Filarmonia”, la “Sala Finlyandskiy” e l’Università di San Pietroburgo. E’ fondatore della Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori “Note Libere” che conta una cinquantina di giovani musicisti provenienti dal Ponente Ligure.

Dal 2002 al 2019 è stato componente dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo in qualità di Prima Viola.
Si interessa anche di Liuteria Classica dedicandosi alla fabbricazione di violini, viole e violoncelli; nel giugno 2018 ha ottenuto il Premio ANLAI (Associazione nazionale Liuteria artistica italiana) “Per la personalità stilistica e la fedeltà alla tradizione liutaria ferrarese” al 9° Concorso Internazionale di Liuteria che si è tenuto a Kazanlak (Bulgaria).